IC 16 Valpantena - Verona

vric887003@pec.istruzione.it

IBAN IC16 Valpantena - IT66 Y030 6911 7141 0000 0046 025
Codice univoco IC 16 Valpantena: UFTKP2

Venerdì 31 gennaio 2020 noi ragazzi delle classi terze della scuola A. Caperle, abbiamo incontrato gli Assistenti capo della Polizia Ferroviaria Maria Grazia Di Nuzzo e Paolo Miraglia, che ci hanno presentato il Progetto “Train to be cool” ideato dalla Polizia Ferroviaria in collaborazione con il M.I.U.R., con lo scopo di diffondere la cultura della sicurezza ferroviaria, a studenti delle scuole, medie e superiori.
L’obiettivo è quello di spronare noi giovani ad per essere “forti”, appunto “TRAIN….TO BE COOL”. Noi infatti saremo, nei prossimi anni, i futuri viaggiatori sui treni: per andare a scuola, all’università, per viaggiare con la famiglia con la classe e con gli amici. Purtroppo spesso sono proprio i ragazzi le vittime di gravi incidenti ferroviari, a causa di atteggiamenti poco responsabili ed incoscienti: i poliziotti ci hanno spiegato l’importanza delle linee gialle sui marciapiedi, dei sottopassaggi per trasferirsi da un binario ad un altro. Ci hanno mostrato dei grafici sulla velocità dei treni e sul tempo di percezione che noi possiamo avere. Ci hanno spiegato che guardare il cellulare, ascoltare musica senza prestare attenzione a dove si cammina sui binari è estremamente pericoloso. Ci hanno mostrato dei filmati: siamo rimasti impressionati nel vedere come un atteggiamento stupido può trasformare la tua vita in una tragedia: attraversare i binari pensando di riuscire ad evitare il treno in arrivo, farsi i selfie con gli amici sul binario, non rispettare le distanze segnalate dalle linee gialle sui marciapiedi e sedersi a terra con le gambe a penzoloni sui binari, avvicinarsi troppo al bordo del marciapiede senza prestare attenzione perché impegnati a smanettare sul cellulare o ad ascoltare musica con le cuffiette: questi comportamenti incoscienti valgono vite intere!
Ringraziamo Maria Grazia e Paolo per la loro disponibilità ad ascoltare e a rispondere alle nostre domande, ma soprattutto per averci aiutato a riflettere sull’importanza dei nostri comportamenti e sul valore della vita!