IC 16 Valpantena - Verona

vric887003@pec.istruzione.it

Codice univoco IC 16 Valpantena: UFTKP2

“Lo sport costituisce uno strumento educativo primario ai fini dello sviluppo e della maturazione delle competenze personali generali, quali la capacità di autodeterminazione e di autoregolamentazione, l’attitudine a lavorare in gruppo e a rapportarsi agli altri con tolleranza e lealtà, valori che lo sport sa veicolare in un linguaggio adeguato alle giovani generazioni”. Questo cita il documento che definisce le linee guida per le giornate dello sport della regione Veneto. I nostri alunni della SSIG A. Caperle, quest’anno, hanno potuto approfondire la conoscenza e la pratica di sport con particolare attenzione all’inclusività e alla sicurezza.

 

Le classi prime si sono affrontate a bandiera genovese, gioco scout che fa della strategia e della resistenza le sue caratteristiche; con la polizia municipale hanno ripassato le regole del codice della strada e poi, nel prato, seguendo un percorso in bicicletta con segnali stradali, si sono cimentati a metterle in pratica; il gioco del baskin è una nuova attività sportiva pensata per permettere a ragazzi normodotati e disabili di giocare insieme in modo attivo, ognuno nel rispetto delle proprie capacità e diversità; infine i ragazzi si sono cimentati nelle tecniche elementari di squilibrio, sbilanciamento ed atterramento della disciplina del judo. Le classi seconde si sono potute cimentare anche nella pratica del gioco del cricket grazie al loro compagno Fahad che, dall’alto della sua sedia a rotelle, ci ha spiegato le regole di questo gioco molto praticato nel suo paese, il Pakistan. Alcune classi terze hanno potuto praticare il Nordic Walking, una nuova disciplina che, grazie all’uso di bastoncini appropriati, consente una camminata più efficace coinvolgendo tutti i muscoli del corpo. Inoltre, le classi seconde e terze hanno seguito un minicorso di primo soccorso per conoscere quali azioni mettere in atto quando assistono una persona che si sente male. Abbiamo invitato la nostra ex alunna Anna Polinari che ci ha raccontato la sua esperienza di atleta professionista, ora per la Polizia di Stato, alle Olimpiadi di Tokio. Tutto questo è stato possibile grazie ad un notevole  sforzo  organizzativo delle insegnanti di educazione fisica ed alla disponibilità degli istruttori: per la polizia municipale il vice Commissario Marco Di Napoli e l’assistente scelto Federica Bogoni; per il baskin Alberto D’Amelio della società sportiva basket San Giovanni Lupatoto; per il judo il maestro Marco Gennari dell’associazione sportivo-culturale Arte&Parte e l’infermiere del Suem di Verona Riccardo Alban.