IC 16 Valpantena - Verona

vric887003@pec.istruzione.it

Codice univoco IC 16 Valpantena: UFTKP2

Quest’anno le classi quarte di Poiano hanno potuto sperimentare varie attività di coding unplugged, cioè attività di apprendimento ed insegnamento dei principi della programmazione senza l’utilizzo di dispositivi elettronici, come computer o tablet. Gli alunni, dopo aver riflettuto sui meccanismi alla base dei linguaggi di programmazione hanno realizzato lavori coinvolgenti che hanno permesso di mettere in pratica i principi del pensiero computazionale, cioè la capacità di risolvere problemi di qualsiasi natura utilizzando la logica. Le attività hanno riguardato riflessioni sul codice binario, la pixel art, il coding feet applicati nella realizzazione di braccialetti, disegni, mappe, percorsi, e portachiavi.

Attachments:
Download this file (CODING UNPLUGGED .pdf)CODING UNPLUGGED .pdf[ ]380 kB

Durante le "Giornate dello sport" alle Caperle si sono svolti due importanti tornei: "Giro d’Italia a basket" e "Tetrathlon di atletica leggera" a cui hanno aderito molte scuole della provincia di Verona. Il primo torneo prevedeva la realizzazione individuale del tiro libero del basket da cinque diverse distanze ed angolazioni in un minuto di tempo. Nel secondo, invece, gli alunni praticavano individualmente la corsa ad ostacoli per 30 metri o la corsa piana per 30 metri, il lancio del vortex o il getto della palla medica, ed il salto in lungo da fermo o triplo, infine la staffetta 10 x 30 metri (per le classi prime e seconde) o la staffetta 10x400 metri (per le classi terze). La somma dei punteggi individuali confluiva nella classifica di squadra.
Ecco gli eccezionali risultati raggiunti dalle classi della nostra scuola dopo ripetuti allenamenti, per cui ci complimentiamo davvero con tutti i nostri allievi che sono stati davvero bravissimi:
GIRO D’ITALIA A BASKET
classifica a squadre (primi quattro migliori punteggi individuali)
1° classificata la squadra MASCHILE della 1^A su 41 classi della provincia di Verona
1° classificata la squadra FEMMINILE della 2^B su 40 classi della provincia di Verona
1° classificata la squadra MASCHILE della 3^A su 47 classi della provincia di Verona
2° classificata la squadra MASCHILE della 3^F su 47 classi della provincia di Verona
2° classificata la squadra FEMMINILE della 3^D su 42 classi della provincia di Verona
3° classificata la squadra FEMMINILE della 3^B su 42 classi della provincia di Verona
TETRATHLON DI ATLETICA LEGGERA
classifica a squadre (primi dieci migliori punteggi individuali)
1° classificata la squadra della 1^B su 94 classi della provincia di Verona
2° classificata la squadra della 2^C su 91 classi della provincia di Verona
3° classificata la squadra della 2^B su 91 classi della provincia di Verona
4° classificata la squadra della 2^E su 91 classi della provincia di Verona
5° classificata la squadra della 2^F su 91 classi della provincia di Verona
7° classificata la squadra della 3^F su 93 classi della provincia di Verona
TETRATHLON DI ATLETICA LEGGERA
classifica individuale:
1°assoluto V. JACOPO di 2^F su 445 alunni partecipanti
1° assoluta F. CHIARA di 2^B su 443 alunne partecipanti

Si è svolta venerdì 28 maggio, in videoconferenza, la premiazione della sesta edizione del Concorso di prevenzione alle dipendenze “Se spegni Ti Riprendo”, indetto dall’Assessorato alla Cultura e Biblioteca Comunale di Grezzana. Il concorso prevedeva la realizzazione di un video spot contro ogni forma di dipendenza: dal tabagismo agli strumenti digitali, fino al gioco d’azzardo. Trentaquattro i video in gara con il coinvolgimento di più di un’ottantina di studenti delle classi della scuola secondaria di primo grado. La giuria con Laura Fabbri (psicologa e critica cinematografica), Mario Piazzola (fotografo), Alessandra Scolari (giornalista), Fiorenzo Minelli e Luisa Piccoli (educatori professionali del Dipartimento Dipendenze ULSS9) ha sottolineato l’importanza di sensibilizzare i giovani su queste tematiche ed è rimasta particolarmente colpita dalla qualità di tutti i lavori presentati. Nel PDF allegato all'articolo potete vedere le classi vincitrici e le motivazioni formulate dalla giuria. Congratulazioni a tutte le alunne e  gli alunni che hanno partecipato. 

Concorso LILT - Sezione “Me-la mangio”.
Il concorso è stato rivolto agli studenti di seconda e terza media degli Istituti Scolastici di Verona e provincia. I ragazzi dovevano, anche in questo caso, creare uno slogan, accompagnato da disegni, fumetti, immagini, figure a piacimento per il concorso con la finalità di sollecitare coetanei ed adulti ad evitare l’assunzione di cibo ad alto contenuto di zuccheri e di grassi non buoni, responsabile di varie patologie ed obesità. L’obesità giovanile predispone a rischi per la salute ed espone i giovani ad essere vittime del bullismo.
Al primo posto si è classificata l'alunna ALESSANDRA L. della classe 3^D con uno splendido disegno e al terzo posto l'alunno TOMMASO F. della classe 2^A sempre con un bellissimo disegno. Complimenti di cuore ai ragazzi vincitori, ma complimenti a tutte le classi della scuola A. Caperle che hanno partecipato con entusiasmo a questi concorsi. La Lilt ha regalato a tutti gli alunni partecipanti della scuola Caperle una maglietta, che sarà distribuita negli ultimi giorni di scuola e che sarà un ricordo concreto di questa esperienza.

Ente pubblico nazionale, esistente da oltre novant’anni in tutta Italia, la LILT, Lega Italiana per la lotta contro i Tumori, ha come scopo principale la prevenzione oncologica e, più in generale, la tutela della salute attraverso una sana alimentazione, un corretto stile di vita e un’adeguata attività fisica. La LILT, forte di protocolli d’intesa con i Ministeri della Salute e della Pubblica Istruzione, entra da tempo nelle scuole con progetti mirati alla prevenzione a supporto dell’attività di educazione alla salute inserita nei PTOF dei singoli istituti.
Sezione “Non andare... in fumo”.
Il concorso è stato rivolto agli studenti di seconda e terza media degli Istituti Scolastici di Verona e provincia. I ragazzi dovevano creare uno slogan, accompagnato da disegni, fumetti, immagini, figure a piacimento per dire il loro no alle dipendenze dal fumo, dall’alcool e dalle droghe.
Al primo posto si è classificato il gruppo della classe 3^A della scuola A. Caperle composto dalle allieve: B. SOFIA, C. ANGELICA, M. ANNA, S. NICOLE e T. SARA con un bellissimo video dal titolo “Basta fumare!”
Al terzo posto si è classificata l'alunna B. CORINNA della classe 3^D con un bellissimo fumetto. Tutti i lavori erano finalizzati a comunicare il messaggio ai coetanei, per un’attenzione specifica alla salute, all’autonomia ed alla capacità di scelta, di giudizio e alla consapevolezza dei rischi per poterli evitare.

"Spostare, modificare, manovrare parole, piace ed interessa alla maggior parte dei ragazzi che ritrovano nel gioco libero e creativo con le parole il gusto infantile dell'esplorazione verbale; la proposta di laboratorio di scrittura permette così di accostarsi al testo poetico non come ad un oggetto alto e intoccabile, ma come ad una realtà su cui agire e con cui interagire... Non si può scrivere se non si parte da un'esperienza di lettura: ma una lettura non canonica, che dia al ragazzo la libertà di intervenire sulla parola altrui, pensata e cercata per riconoscervi la propria più originale voce. La scrittura di poesie acquista così il valore essenziale di ascolto degli altri e di se stesso, ritrovamento di una parola nuova e diversa che chi scrive non sapeva di possedere. Certo, scorrendo i versi composti dai ragazzi, sarà difficile imbattersi nella "grande" poesia; ma di essa possono ritrovarsi gli echi autentici, l'impronta suggestiva, il desiderio sincero." Così dice Anna Zambelli (dal sito: http://www.poesiaragazzi.it/La-poesia-in-classe) e in base a tale principio hanno lavorato i ragazzi della terza A della A. Caperle. Ai link che seguono, potete vedere un assaggio dei loro elaborati.